Francesco Risponde: Recuperare foto sovraesposte

Domanda:

E’ possibile, e qual’è la procedura migliore per recuperare un’immagine con zone troppo sovraesposte, al limite della bruciatura?

Massimo Losacco

Risposta:

E’ bene si, è possibile recuperare foto sovraesposte. Ti dirò di più, a livello qualitativo è meglio recuperare una foto sovraesposta che una foto sottoesposta. Perchè?

Per capire il procedimento devo introdurre l’esposizione digitale, argomento già ampliamente trattato nella guida su Camera Raw.
…”E’ importantissimo determinare l’esposizione corretta, perchè i sensori delle macchine a 12 bit possono registrare fino ad un massimo di 4096 livelli e la maggior parte di essi vengono memorizzati nella gamma più luminosa. Ogni diminuizione di stop fa dimezzare i 4096 livelli, spostare l’istogramma sulla sinistra e perdere informazioni. L’esposizione ideale è quella più luminosa possibile, ma facendo in modo che non avvengano ritagli sulle luci.”…

Come puoi notare dall’istogramma per recuperare le ombre abbiamo a disposizione solo pochi livelli, quindi nel momento di “schiarita” vengono fuori tutte le schifezze, come il rumore e la posterizzazione; mentre per le luci abbiamo a disposizione tutti 2048 livelli!, che nell’esempio di sopra abbiamo “buttato al cesso”.

Ora vediamo come recuperarle:

Apri il tuo scatto in Camera Raw, che sia JPG o RAW, ovviamente consiglio ad occhi chiusi il RAW;

Controlla l’istogramma e nota eventuali ritagli sulle luci dal triangolo bianco in alto a destra;

Sposta il cursore “Recupero” fino al risultato che vuoi ottenere e se è necessario, diminuisci anche un pò l’esposizione.

Il cursore recupero ci consente di recuperare un ritaglio sulle luci. Esamina i vari canali , prende le informazioni di luce dal canale migliore e le va a compensare a quello più debole. Grazie a questo strumento a volte, è possibile recuperare fino a uno stop o più di sovraesposizione.

Spero di esserti stato d’aiuto ;)

Francesco.

Se avete problemi, dubbi o domande sulla post produzione, scrivete a domande(at)digitalpostproduction.it

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>