La creatività non ha limiti

“La creatività non ha limiti” è un’iniziativa dell’Associazione Nazionale Fotografi Professionisti TAU Visual. Per creare questo post prendo spunto dal blog dell’amica Barbara Zonzin: Fotografia a 370°, più che prendo spunto, vi riporto le sue parole, molto belle e significative.

[…]Vorrei spendere due parole su questa iniziativa di Tau Visual, “Creativi senza limiti”. Una delle tante attività promosse dall’associazione che spesso si prodiga per trovare nuove forme di divulgazione-promozione-azione-dibattito-interesse nel campo fotografico e questa volta ci mettiamo anche una buona azione. Nello specifico si tratta di mettersi in gioco in prima persona e costruire delle storie ad immagini insieme a persone diasgiate per poter dar loro l’opportunità di esprimersi col mezzo fotografico e porsi come loro visual tutor. Le immagini saranno poi raccolte in un libro. Ma trovate tutti i dettagli sul sito dedicato. Di seguito il comunicato stampa che spiega meglio il “cosa” e il “perchè”.

Parte un’iniziativa su scala nazionale che fara’ notizia, e che dara’ a tutti i Soci TAU Visual che lo desiderano un’occasione per dimostrare la loro vitalita’, per generare contatti e collaborazioni con strutture ed enti a livello locale e nazionale, e per aiutare nel concreto persone che ne hanno bisogno. […]

COSA E’
“La creatività non ha limiti” è un’iniziativa dell’Associazione Nazionale Fotografi Professionisti TAU Visual.
Attraverso una serie di incontri e mostre di immagini fotografiche realizzate da persone disagiate, intende puntare l’attenzione sull’enorme ricchezza emotiva e creativa di ogni essere umano, indipendentemente dal fatto che le convenzioni sociali lo considerino o meno come “facente parte dei giochi”.
Immagini pure ed emozionali, realizzate dai Creativi che il mondo, spesso miope, considera “al margine”.

Anziani, ragazzi down, carcerati, lungodegenti, disagiati psichici, accompagnati dai fotografi professionisti, mostrano il bello attraverso le loro fotografie.

COME
I fotografi professionisti membri dell’Associazione si adoperano volontariamente per contattare piccole o grandi comunità o gruppi di persone che vivono una qualsiasi condizione di disagio, di qualsiasi natura. Quindi, ad esempio: case di riposo o gruppi di anziani, ragazzi down, comunità di recupero, carceri, lungodegenti, disagiati psichici, eccetera.
Ciascun fotografo professionista volontario si impegna a tenere un brevissimo corso teorico/pratico di fotografia alle persone del gruppo con cui entra in contatto, per aiutarle a comprendere ed amare il mezzo espressivo fotografico.
Poi, aiutati ed assistiti dai consueti referenti e dal fotografo per quanto necessario, i Creativi Senza Limiti raccontano per immagini il loro mondo.  Il tema comune a tutti è “Ciò che amo e che mi piace“.
Una selezione di queste immagini verrà pubblicata su questo sito, a testimonianza per tutti. Ne verranno organizzate mostre locali, una mostra finale ed un libro riassuntivo.

LA “MISSION” DE “LA CREATIVITA’ NON HA LIMITI”
La fotografia è un mezzo espressivo potentissimo, in grado di far esprimere e comunicare con gli altri superando qualsiasi barriera culturale, sociale, linguistica.
Realizzando corsi, incontri, mostre locali , una mostra finale, ed un libro riassuntivo, l’iniziativa nazionale su base volontaria mira a:
a) Scoprire e riscoprire assieme gli affetti, gli angoli del proprio mondo, le piccole e grandi bellezze del mondo che ci circonda, e mettere in risalto la creatività visiva ed affettiva di ogni animo.
b) Aiutare le comunità ed i gruppi coinvolti a realizzare attivita’ che sviluppino le capacita’ sociali, emozionali, creative ed interattive delle persone che le compongono.
c) Dare risalto pubblico a questa ricchezza interiore, e creare legami fra le persone

PERCHE’ FARLO?

Il bello di questa domanda e’… che non occorre porsela. Se ti viene da domandarti: “perche’ farlo?”, la risposta e’ gia’ implicita: non farlo. Se invece gia’ sai che desideri farlo, non occorre porsi la domanda…

Banalmente, ci sono due categorie di motivazioni: una professionale (utilitaristica) ed una umana (empatica).
Utilitaristicamente, questa iniziativa ti permette di intessere molteplici contatti, e di porti in evidenza come professionista attivo e sensibile. E’ una chiave eccezionale di PR, e consente di evidenziare la capacita’ trainante della tua professionalita’. Inoltre, ti permette di contattare strutture ed autorita’ locali e, si sa, da cosa nasce cosa.
Umanamente, ti permette di aiutare attivamente e nel concreto le comunita’ ed i gruppi coinvolti a realizzare attivita’ che sviluppino le capacita’ sociali, emozionali, creative ed interattive delle persone che le compongono. Ti permette di aiutare concretamente quelle persone a scoprire momenti e modi per sentirsi meglio. Ed a riscoprire (tutti) la bellezza in ciò che ci circonda.

Fonte:

http://www.foto370.com/

http://www.creativisenzalimiti.org/

Coordinatrice:

http://www.saralando.com/

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>